A Venezia «per mare e per terra» contro le Grandi Navi

Sono tanti i colori di Venezia oggi, nelle acque lagunari e sulle rive. Il bianco e il rosso delle bandiere “no grandi navi” si fondono con quelli degli altri comitati ambientali – giunti a Venezia da tutto il Veneto e dal resto d’Italia -, con le decine di barche che hanno invaso il Canale della Giudecca, con le barricate di palloncini. Fermare le grandi navi da crociera, bloccarne per sempre il passaggio in laguna è diventata una priorità non solo per la sopravvivenza di Venezia, ma anche per coloro che credono in un altro modello di sviluppo, non più basato sulla devastazione dei territori, sull’arricchimento di multinazionali e consorterie, sulla negazione di democrazia.Proprio la questione delle Grandi Navi è emblematica della continuità del governo “giallo-verde” con i precedenti nella tutela dei grandi interessi. Per questa ragione, nell’assemblea nazionale di ieri a cui hanno partecipato comitati e movimenti di lotta di tutto il Paese, è partito un …

]]>

Share